SINTESI DIRETTIVO PRECONGRESSUALE 2 MARZO 2016

02 March 2016
Author :  

BREVE SINTESI direttivo 2 marzo 2016

 

Maria Pia Fizzano - Coordinatrice;

Marco Berardinelli;

Stefano Foresi;

Fabio Gemini;

Mariano Guzzini;

Lorenzo Morbidoni;

Paolo Orlandini;

Domenico Righi;

Dalle ore 19,30:

Wladimjr Truja, Tesoriere,

dopo audizione con Commissione Garanti Provinciale.

 

Relazione del Segretario e dibattito - SINTESI

Il Segretario ha ringraziato i presenti per la disponibilità, la presenza assidua e l'impegno, valori importanti che dovrebbero essere tenuti in considerazione anche nel momento della formazione delle liste dei candidati per l'Assemblea dell'Unione Comunale (collegate alle mozioni congressuali). Il segretario MPF ha assicurato che farà valere questo principio di fronte ai candidati alla carica di segretario Pd Ancona, chiedendo esplicitamente di cambiare registro rispetto al passato e chiedendo di tenere conto dell'impegno in termini di presenza e attività politica realmente svolta.

 

Entrando nel merito: il congresso per l'elezione del segretario comunale e dell'assemblea dell'unione comunale si terrà in ciascun circolo nel periodo 18/20 marzo, e le operazioni di voto potranno avere inizio al termine della presentazione del programma di ciascun candidato.

Per il nostro circolo il segretario MPF propone sabato 19, a partire dalle ore 17,00, secondo uno schema congressuale collaudato (seguito anche in occasione dell'ultimo congresso di un paio di anni fa) che vede la costituzione della presidenza dell'assemblea e del seggio elettorale, la relazione del segretario di circolo, la presentazione delle mozioni congressuali (con gli interventi di presentazione da parte dei candidati o di loro delegati che avranno a disposizione quindici, oppure venti, minuti ciascuno); in seguito, a partire dalle ore 17 e 45 circa, apertura del dibattito e apertura del seggio. Le votazioni potranno protrarsi fino alla chiusura dei lavori, che potrebbe essere stabilita alle 19 e 30, salva la facoltà dell'assemblea di fissare se necessario un termine più ampio.

A seguire lo spoglio, se non verrà deciso diversamente dal comitato del Congresso, che dovrà formulare un regolamento specifico tenendo conto anche del fatto che se lo spoglio avvenisse immediatamente dopo la votazione (e si votasse in alcuni circoli nei giorni precedenti rispetto ad altri circoli), si sarebbe già a conoscenza dei primi risultati di voto e questo potrebbe influenzare le votazioni nei giorni successivi e il risultato finale.

 

Per quanto riguarda l'Ordine del Giorno del direttivo di oggi dovremo rimandare l'argomento tesoreria a causa dell'assenza del nostro tesoriere, che ci raggiungerà solo per le conclusioni, pertanto non potremo affrontare in questo direttivo il tema in OdG della situazione economico-finanziaria, e le conseguenti decisioni anche in merito ai debiti residui verso Fondazione e ai margini di versamento alla Federazione saranno rinviate al prossimo Direttivo, quando il Tesoriere illustrerà la situaiozne e il direttivo potrà decidere i margini possibili di versamento con riferimento alle quote per le iscrizioni, dopo aver pagato i debiti v/Fondazione e ogni bolletta e utenza, tenendo conto nel Bilancio 2014 del versamento alla Federazione dell'intera quota delle Primarie riscossa dal Secondo Circolo, diversamente da quanto accaduto da parte di altri Circoli, che hanno tenuto una parte delle quote riscosse in occasione delle Primarie (1 euro per votante alle Primarie, come nei precedenti anni).

 

Oggi ho delegato il Tesoriere per l'audizione dei circoli, ascoltati proprio in queste ore dal comitato provinciale dei garanti a proposito dell'anagrafe degli iscritti: ieri sera ho ricevuto sms da Federazione provinciale per oggi, nel quale mi veniva comunicata l'audizione di oggi pomeriggio, in concomitanza con il ns direttivo (convocato da settimane, già rinviato per impegni istituizionali).

Oltre ad aver inviato e-mail al Presidente della Commissione Provinciale Garanti in cui gli spiegavo che in ogni caso all'audizione non avrei potuto dire di più di quanto già comunicato, ovvero che “la Federazione mi ha messo al corrente di alcune nuove iscrizioni al Secondo Circolo (arrivate direttamente in Federazione) e per le quali a tutt'oggi non è stata richiesta la mia firma come Segretario sulla tessera, precisamente sono quattro nuovi iscritti”, e che “tutti gli altri miei iscritti sono in possesso di tessera pd firmata dal Segretario di circolo”, ho delegato il nostro Tesoriere per il Secondo Circolo, con il mandato di chiedere una decisione definitiva ai Garanti messa per iscritto con le motivazioni.

 

Sempre per quanto concerne il Congresso ho ricevuto richiesta di utilizzo della nostra sede da parte dal candidato Segretario Comunale Susanna Dini per il giorno ven 11 marzo, nel pomeriggio, prima data utile per la presentazione pubblica delle mozioni congressuali poiché ven 11 (all'una) scadranno i termini per la presentazione delle candidature con le firme necessarie.

 

Propongo senz'altro di accettare questa richiesta, fatta salva l'eventualità che nel corso del direttivo di oggi dovesse emergere la programmazione di una iniziativa politica/congressuale del circolo per quella data. Fatta salva questa legittima possibilità, il segretario MPF sottolinea che è doveroso mettere a disposizione dei candidati le strutture del nostro partito, in primis le sedi dei circoli, dove la politica è più vicina ai territori, e tutto il direttivo condivide e approva all'unanimità.

 

Oltre ai temi in OdG voglio oggi illustrarvi brevemente una interessante proposta di Gianni Ciotti, ho portato documento da lui prodotto che potete leggere.

Si tratta di una proposta di incontro/convegno per sollecitare le linee di indirizzo della e per la nostra città in merito ad un progetto di Area Vasta che fa riferimento al protocollo d'intesa dell'area metropolitana medio adriatica per la strategia territoriale integrata di 39 comuni della provincia di ancona. Io la trovo una proposta interessante e per questo ve la trasmetto subito, ovviamente non potremo valutare compiutamente se e in quale misura occuparcene come Circolo se non dopo il congresso, ma credo che per chi la propone sarà senz'altro possibile, se lo desidera, lanciare l'idea in occasione dell'incontro sui CTP già programmato dal nostro Circolo con l'Amministrazione Comunale.

 

Breve sintesi del dibattito:

1) Lorenzo Morbidoni trova troppo breve il tempo per la votazione e propone fino alle 21,00 con spoglio in altra giornata per evitare di far conoscere i risultati ai circoli che voteranno dopo; trova molto negativo il fatto che si sia arrivati a fare 57 tessere con modalità quanto meno discutibili e spera che i Garanti provvedano, si tratta del 12% del totale dei tesserati e un sospetto sorge spontaneo. Per quanto riguarda il circolo sanità è comunale e ha sempre votato, sarebbe grave se ci fosse una sorta di ricatto mettendo sullo stesso piano le 57 tessere e il circolo sanità che sarebbe provinciale e non potrebbe votare, denunciamo queste cose, ad esempio è un brutto segnale che il comitato del congresso abbia già subìto molti passaggi di testimone in pochi giorni, se il nome di Tamara Ferretti è stato sostituito in pochi giorni con molti nomi, arrivando oggi al nome di Michele Brisighelli, passando per Adriana Celestini e Andrea Betto. Troppi cambiamenti, brutto segnale.

2) Mimmo Righi trova corretta una situazione di amministrazione comunale staccata dal partito; inoltre chiede massima trasparenza al Comune e una implementazione del ruolo della città rispetto alla Regione e rispetto ai cittadini. Non si può sottomettere il partito alle logiche di una amministrazione comunale. Non è giusto vedere il Sindaco intervenire ad assemblee pd come se fosse il Segretario pd. Inoltre non è giusto che il Comune aumenti i costi dei servizi in questo tempo di crisi, è pesante l'aumento del costo del biglietto del bus. Infine non sono d'accordo a fare bagarre nel partito, certo è grave quello che è successo con le 57 tessere ma non sono d'accordo a fare bagarre.

3) Mariano Guzzini ha detto che non voleva questo congresso, si poteva trovare un segretario tranquillamente. Il problema dell e 57 tessere sarà risolto stasera dal comitato dei garanti provinciale mentre sul problema del circolo sanità da Regolamento provinciale sembra un circolo tematico provinciale, se deve essere comunale serve una particolare procedura, e probabilmente decideranno i Garanti del livello Regionale. Io comunque ho bisogno di chiedere al mio partito di fare un vero congresso,, si deve assicurare un dibattito ampio di molte ore, chiedo che si allunghi il tempo, e se questo non sarà possibile chiedo un incontro con i candidati in una giornata di confronto al circolo, con un approfondito dibattito politico, sarà un incontro in più ma va fatto. Usciamo dal congresso più uniti e più forti.

4) Marco Berardinelli è d'accordo su alcune cose dette da Mariano, in particolare allungare i tempi del congresso (nota: si sono detti d'accordo sui tempi più lunghi chiesti da Mariano anche Morbidoni, Righi). Inoltre credo anch'io che la persona del segretario non debba essere asservito all'amministrazoine, per questo vedo bene la figura di Cardone, che è persona di carattere, rispetto alla candidata Susanna Dini che tra l'altro ha numerosi impegni familiari e non si vede come potrà trovare il modo per un ruolo così impegnativo che richiede molto tempo al servizio del partito. Per il confronto proposto da Mariano non mi piace l'idea del confronto all'americana.

5) Stefano Foresi afferma che è inutile parlare di tempi del congresso perché saranno stabiliti dalla Commissione per il congresso, la quale, speriamo, si occuperà anche dei dettagli relativi allo spoglio che dovrebbe essere (auspichiamo) contemporaneo in tutti i circoli per evitare influenze sui votanti (non devono essere noti i risultati ottenuti in altri circoli nei giorni precedenti). La Commissione dirà anche come convocare, e deciderà le regole, noi dobbiamo comprendere la cosa più importante: è che i due candidati devono venire qui, non mandare delegati, visto che questo circolo ha dimostrato di essere un circolo di eccellenza politica, perché ha dimostrato di funzionare, di funzionare molto bene. Per quello che riguarda l'Amministrazoine tutto il partito deve lavorare per fare attività politica, una attività politica valida capace anche di migliorare i progetti della amministrazione comunale, abbiamo bisogno di questo. Cardoni ha la testa autonoma, ed ha tante idee, vuole aprire il partito ai giovani, ben venga.

(Il tesoriere Wladimjr Truja invia sms in cui afferma che il comitato garanti ha deciso per la non partecipazione al congresso delle 57 tessere senza firma del segretario. Dopo pochi minuti Wladimjr arriva al circolo).

Wladimjr Truja conferma quanto comunicato al telefono, aggiungendo dettagli tra cui il fatto importante che la Federazione, nella persona di Ylenia, ha affermato che non poteva essere a conoscenza del fatto che i segretari di circolo non fossero al corrente delle tessere di cui una persona si è fatto collettore per più circoli.

 

Conclusioni:

Nelle conclusioni il segretario si impegna a verificare la possibilità di organizzare un incontro al circolo per l'ascolto dei candidati e un dibattito approfondito, come chiesto con pregevole passione politica da Mariano Guzzini, ma fa presente che occorre attendere comunque la data di ven 11 marzo prima di organizzare una data formale perché è a partire da quel giorno che le candidature saranno ufficiali (ipoteticamente: potrebbe persino essere formalizzata una terza candidatura).

Il problema secondo il segretario MPF è che ci sono solo pochissimi giorni per eventuale incontro/confronto al secondo circolo, in pratica tra ven 11 e gio 17 (il 18 è primo giorno di congresso) avremo sei giorni utili, escluso ven 11, avendo già la richiesta per l'incontro di Susanna Dini. E direi che non è certo il caso di invitarla nuovamente, con Giovanni Cardoni, per il giorno dopo. Non dobbiamo dimenticare neanche che nei giorni successivi la nostra sede potrebbe essere richiesta dall'altro candidato, essendo una delle poche disponibili e meno decentrate: intendo dire che rischia di diventare ripetitivo un incontro con i candidati organizzato dal circolo negli stessi giorni in cui verranno i candidati. Ritengo meno difficile provare a percorrere la strada dell'allungamento dei tempi del congresso, come auspicato da molti componenti del direttivo, ma trovo estremamente ragionevole quanto affermato da Assessore Foresi in merito alle regole che verranno stabilite dal comitato del Congresso: occorrerà aspettarle e regolarci di conseguenza.

Partito Democratico - Unione Comunale di Ancona

Accetto Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Cookie policy. I accept cookies from this site. Agree